Soluzioni Digital Signage: I 5 Fattori Chiave

Il digital signage (o segnaletica digitale) è un’applicazione fondamentale delle nuove tecnologie per la comunicazione in ambienti frequentati dal pubblico. Le potenzialità dell’uso del Digital Signage possono contribuire a migliorare la comunicazione in moltissimi ambiti: commerciali, pubblici, di servizio, traducendosi quindi in ritorni economici diretti o in termini di immagine, di efficacia e di qualità.

In questo articolo esploreremo insieme i 5 fattori chiave necessari per definire la scelta e l’installazione della soluzione di digital signage più adatta in base alle esigenze della vostra attività.

Digital Signage

Soluzioni Digital Signage: i 5 fattori chiave | Kate Parker, February 14 2007, Flickr.

1. Luogo di installazione

Uno dei principali vantaggi del digital signage è la possibilità di installare sistemi di segnaletica digitale sia all’interno degli edifici che all’esterno: si parlerà in questo caso di Totem Multimediali.

Le robuste armadiature che proteggono gli schermi di segnaletica digitale, infatti, permettono di cogliere questa grande possibilità di comunicazione anche in ambienti esterni: ad esempio, per attirare il pubblico all’interno di un locale, trasmettere un evento sportivo o mediatico in spazi aperti, visualizzare dei contenuti specifici durante una partita, ecc.

Le caratteristiche tecniche degli armadi di protezione degli schermi li proteggono tanto dalle intemperie e dall’umidità, grazie alla chiusura a tenuta stagna, quanto da danneggiamenti o atti di vandalismo. Gli schermi di digital signage per installazione all’aperto sono infatti racchiusi all’interno di solide strutture in acciaio verniciato, dotate di robusta serratura.

La scelta del luogo di installazione deve ovviamente essere basata sul principio della massima visibilità da parte del pubblico. Anche se il vostro ambiente impone specifici requisiti di montaggio, niente paura: i dispositivi di digital signage possono essere installati nelle più varie configurazioni: a parete, a soffitto, su piedistalli o totem antimanomissione installati a pavimento. Qualunque siano le caratteristiche del nostro ambiente, possiamo quindi scegliere la soluzione più adatta per favorire al massimo la fruizione del pubblico.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la luminosità ambientale. In commercio esistono soluzioni di outdoor digital signage appositamente studiate per condizioni estreme di elevata illuminazione, quale l’esposizione alla luce diretta del sole. Schermi LCD appositamente progettati, display retroilluminati o i più recenti sistemi composti da moduli LED garantiscono una perfetta visibilità a qualsiasi distanza e con qualsiasi illuminazione. A seconda dell’esposizione luminosa, misurabile se necessario con un fotometro, potremo quindi scegliere la soluzione più adatta, in base alle caratteristiche tecniche dello schermo. Per la maggior parte di installazioni interne, si potranno utilizzare schermi LCD standard, protetti all’interno di apposite armadiature in acciaio.

2. Protezione adeguate per ambienti diversi

Come abbiamo appena accennato, grazie alle apposite armadiature protettive, le apparecchiature di digital signage possono adattarsi bene a molti ambienti diversi e a condizioni ostili.

Gli appositi armadi tecnici possono fornire un’adeguata protezione a tenuta stagna contro liquidi e polvere, nonché contro manomissioni e atti vandalici.

Per evitare danni ai nostri schermi, è importante quindi scegliere le corrette caratteristiche di installazione, che tengano conto delle sollecitazioni e dei rischi a cui possono essere soggetti.

Tra questi ultimi, è importante prendere in considerazione le condizioni atmosferiche (possibilità di esposizione a piogge intense, neve o ghiaccio, grandine), le temperature minime e massime del luogo di installazione, la polvere o le esigenze igieniche di pulizia degli ambienti, nonché la possibilità di furti o atti vandalici (tanto all’aperto, quanto in luoghi pubblici, quali scuole, ospedali, ecc.)

Alcuni aspetti tecnici importanti per la scelta della corretta armadiatura di protezione per il digital signage sono descritti da un articolo disponibile a questo link: Digital signage for physical protection (in inglese).

3. Scelta e dimensioni degli schermi per digital signage

Affinché il nostro sistema di digital signage sia efficace e ci ripaghi dell’investimento per installarlo, la scelta degli schermi deve essere accurata e tenere conto principalmente di due aspetti.

Nell’ambito delle tecnologie per la segnaletica digitale LCD, grazie alla crescente diffusione di questa modalità di comunicazione, sul mercato esistono ormai molte soluzioni appositamente studiate per ogni specifica esigenza. Possiamo infatti scegliere da una vasta gamma, che va da schermi LCD di dimensioni contenute e ben leggibili sotto qualsiasi angolo visuale a grandi monitor che si possono utilizzare in ambienti con elevata luminosità ambientale.

La scelta delle dimensioni e del tipo di schermo dovrà quindi basarsi soprattutto sulla distanza e sull’angolo di visione e sulle condizioni medie e massime di luminosità ambientale o diretta, cui gli schermi saranno tipicamente sottoposti.

Un discorso a parte meritano le sempre più diffuse applicazioni di digital signage con schermo touch screen, di cui ci occuperemo nel paragrafo seguente.

4. Contenuti della comunicazione digital signage

Un altro aspetto fondamentale sono, naturalmente, i contenuti della nostra comunicazione.

È importante saper cogliere alcuni vantaggi della segnaletica digitale, quali ad esempio la possibilità di aggiornare i contenuti in tempo reale, di mirarli per specifici target di pubblico e di instaurare uno scambio interattivo con gli utenti.

Affinché i nostri messaggi siano efficaci e ben mirati per il pubblico che prevediamo potrà vedere la nostra segnaletica digitale, in un particolare luogo e in uno specifico momento, dovremo scegliere le modalità di comunicazione più adatte: ad esempio, per mezzo di testi e immagini, animazioni, video o software interattivi touch screen.

Spesso a diversi tipi di contenuti corrisponderanno anche diverse modalità di fruizione e, quindi, diversi tipi di schermi, totem o terminali.

Tra le varie modalità di comunicazione, le tecnologie di touch screen digital signage sono ormai sempre più diffuse. Coniugando la protezione dell’hardware con le specifiche possibilità offerte dal touch screen, esse permettono di massimizzare i benefici del digital signage, personalizzando al massimo le applicazioni in base alle esigenze degli utenti e fornendo un feedback della loro risposta, attraverso la registrazione delle attività interattive.

Per cogliere al massimo i frutti del nostro investimento, dovremo essere particolarmente attenti alle possibilità di diffondere contenuti multimediali in maniera differenziata, a seconda delle localizzazioni degli schermi e, di conseguenza, dei relativi target di pubblico, nonché di aggiornarli in tempo reale. Per ottenere questo risultato, è opportuno poter controllare i messaggi e trasferire i contenuti a distanza attraverso l’uso di un sistema di rete.

5. Funzionalità e obiettivi del sistema di digital signage

Per valutare l’efficacia del proprio investimento per la segnaletica digitale, è necessario porre in rapporto le diverse voci di spesa con i ritorni potenziali.

Oltre ai costi di installazione iniziali, dovremo naturalmente calcolare anche i costi di manutenzione, in caso di guasti o obsolescenza dell’hardware. Uno dei vantaggi dell’uso delle armadiature di protezione esterna per il digital signage è anche quello di poter utilizzare degli schermi e dei dispositivi hardware standard al loro interno, invece di costose apparecchiature dedicate, nonché di poter facilmente accedere al dispositivo per effettuare la manutenzione o anche per la sua eventuale sostituzione. Rispetto alle poco flessibili apparecchiature dedicate, questa scelta comporta degli evidenti costi di gestione, anche perché non ci lega a uno specifico fornitore specializzato, ma ci permette di cogliere le migliori occasioni offerte dal mercato.

Gli obiettivi che un’azienda o un’istituzione si pone investendo in un sistema di digital signage possono essere diversi. Essi possono includere un supporto a specifici obiettivi di vendita, trasmissione della propria pubblicità su monitor, sostegno del marchio, miglioramento della qualità dei servizi offerti o anche espansione dei propri settori di business.

Quest’ultimo è ad esempio il caso dei sistemi di digital signage installati negli stadi sportivi di alcune grandi squadre, dove gli schermi di segnaletica digitale sono utilizzati efficacemente con l’obiettivo di aumentare l’indotto dovuto a merchandising e altre vendite all’interno dello stadio, per la fidelizzazione dei tifosi e per migliorare la loro esperienza di intrattenimento sportivo.

Altri esempi di pubblicità su monitor sono i sistemi di segnaletica digitale installati nelle grandi stazioni ferroviarie o negli aeroporti, che diventano delle vere e proprie piattaforme dinamiche di vendita di spazi pubblicitari, determinando quindi dei profitti diretti. Una possibilità, sinora solo parzialmente sfruttata in questi casi, è di poter utilizzare la stessa piattaforma o lo stesso sistema di distribuzione delle informazioni tanto per i contenuti di servizio, quanto per contenuti di intrattenimento o pubblicitari.

Un altro esempio di applicazione in ambito sportivo, ma di dimensioni più contenute, sono i sistemi automatizzati per la gestione delle piste di karting: in questo ambito, i tradizionali tabelloni elettronici per il punteggio vengono sempre più gradualmente sostituiti da sistemi di digital signage integrati, che permettono di offrire agli utenti del circuito un’esperienza molto più entusiasmante. I dati di iscrizione raccolti dai sistemi informatici vengono utilizzati per visualizzare le classifiche delle gare e i record dei piloti con le loro foto personali su grandi schermi, posizionati sia nelle aree all’aperto che in quelle interne, quali zone bar e circoli. In questo modo, il livello di coinvolgimento emotivo del pubblico viene significativamente incrementato, con ottimi risultati per la fidelizzazione e per i profitti derivanti da altri prodotti (bar, pubblicità degli sponsor, ecc.).

Dato che un sistema di segnaletica digitale ha ovviamente dei costi non irrilevanti, dovremo misurare adeguatamente il possibile ritorno, diretto o in termini di immagine, che potremo avere in rapporto all’investimento. Un uso creativo e intelligente di questi strumenti, come negli esempi che abbiamo accennato sopra, può influire positivamente sul giro di affari dell’azienda, sia nei suoi settori principali, che in relazione a voci di bilancio accessorie o in potenziale espansione, legate alle accresciute potenzialità della comunicazione rivolta al pubblico.

Articolo di Mara Fontana

Mara Fontana

Account Manager (Italia)

Mara è entrata nel team di Armagard nel 2011. In qualitá di account manager offre consulenza sui prodotti Armagard alla clientela esistente e potenziale. Focus principale del territorio di vendita di Mara è l'Italia, tuttavia, la conoscenza di altre lingue, come l’Inglese e lo Spagnolo le consente di vendere e supportare altri territori in Europa e all’estero. Mara è anche un’autrice riconosciuta di Armagard e si occupa tra l’altro della traduzione di numerosi articoli da lingua Inglese a lingua Italiana, con la finalitá di ottimizzare il lavoro del team Marketing di Armagard. Mara Fontana Google+

I commenti sono chiusi.

Consulta Rápida

Richiesta Rapida

Per ulteriori informazioni sui Prodotti Armagard inserisca i suoi dati qui in basso:

Rispettiamo la vostra privacy - si prega di leggere la nostra informativa .